836009Ecco alcune citazioni e curiosità su Sarah Rees Brennan
(raccolte originariamente da sarahreesbrennan-fans.com)

Come è tipico di Sarah, le seguenti citazioni e fatti andrebbero considerati con una strizzatina di occhio e un sorriso. 😉

“Penso che i maghi siano spesso imparentati a persone famose nel passato, perché… è questo il modo in cui sono diventati famosi.”

“Mi piace fare in modo che i personaggi tosti diventino vulnerabili, perché sono un bastian contrario.”

Le commedie di Shakespeare che Sarah preferisce sono Molto Rumore Per Nulla o Il Re Lear, dipendentemente dal suo umore.

Quando entra nelle chat Sarah sceglie automaticamente il colore verde “per orgoglio irlandese”.

Sarah ha scritto con Jaida Jones un romanzo rimasto inedito “sui grilli, i sacrifici rituali e le famiglie adottive”.

Sarah dice di avere venti romanzi (inediti) già conclusi e circa un migliaio che ha iniziato.

Secondo Sarah ogni trilogia segue la regola “Libro 1: Preparazione della scena. Libro 2: Pomiciate. Libro 3: Sconfiggere il Male.”

Nel 2009 Sarah ha lavorato con Cassandra Clare su un romanzo, rimasto inedito, ambientato a Los Angeles, che parlava di “una strana coppia che combatte il crimine.”

Sarah era al lavoro su quello che sarebbe diventato “Unspoken” già nel 2009. Allora era ambientato in “Inghilterra e a Chicago”.

La storia breve di Sarah “Portiamo questo spettacolo di Zombie in Tour” che ha scritto per l’antologia Enthralled è il seguito di “Gli zombie sono molto Sexy, al momento”, scritta per un’altra antologia, The Eternal Kiss.

(SPOILER ALERT PER THE MORTAL INSTRUMENTS DI CASSIE CLARE)
“Il mio bel fratello giocatore di poker è un fardello sulle mie spalle: all’evento irlandese con me e Cassie, si è avvicinato per abbracciarmi. E poi una ragazza mi ha detto quanto era carino il mio fidanzato e io ho pensato: ‘Queste sono le fan di Cassie… se dico che è mio fratello, potrebbero apprezzarlo…'”

Sarah ha due fratelli di nome Rory e Saul che descrive come “il bel giocatore di poker” (è un giocatore di poker professionista) e “l’iperattivo amante di Zac Efron”, e anche una sorella di nome Genevieve che lavora per una stazione radio di Dublino. Tutti più piccoli di lei.

Durante un tour con Holly Black, a Sarah hanno regalato una collana che dice “Niente dura per sempre, tranne i demoni.”

Sarah ha imparato a ballare in una scuola di danza, proprio come Annabel in Demon’s Lexicon. Dopo uno spettacolo in cui dice di aver urtato tutti quelli che erano sul palco, sua madre le ha detto di diventare una scrittrice. Fortuna nostra che non fosse una brava ballerina! 😉

“Preferisco la terza persona con punto di vista limitato soggettivo, perché lascia più mistero. Perché con la prima persona ti accorgi subito che è un punto di vista limitato, ma con la terza sembra più una cosa generale, e poi lentamente inizi a capire che stai guardando il mondo dagli occhi di qualcuno, è solo un po’ più nascosto.”

Quando scrive, Sarah scrive progetti per i capitoli con quattro o cinque punti chiavi delle Cose che Succederanno in quel capitolo, ma il romanzo generalmente non rimane mai nei piani. Per quanto riguarda i finali, dice di sapere cosa si dirà nei dialoghi, chi morirà, e quali coppie si formeranno. Ma ammette che non le è sempre chiaro come si svolgerà la storia.

A Sarah non piace James Joyce perché i suoi libri non sono “divertenti alla prima lettura e poi danno qualcosa anche a una seconda.”

(Riguardo alle scene di combattimento): “Non mi è mai piaciuto molto scriverle, ma la trilogia di DL me ne ha fatta innamorare.”

(Riguardo alle *lunghe* scene tipiche di Sarah): “La mia editrice dice sempre ‘a che serve questa scena’ e io rispondo ‘È DIVERTENTE’ e lei risponde ‘lo dici sempre…'”

“Sai il modo in cui la gente guarda gli animali domestici… i demoni sono peggiori dei Rottweilers, in questo senso…”

Sarah ha una passione per il mogano.

La copertina inglese di Demon’s Lexicon è stata disegnata da Nick Stearn.

* * *

Q&A con Sarah Rees Brennan (30 ottobre 2014) || Q&A with SRB (October, 30th 2014)

Be Sociable, Share!

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    I am human *